mercoledì 25 febbraio 2015

Allergeni al ristorante arriva la circolare ministeriale per gli alimenti sfusi e preincartati venduti nei pubblici esercizi e nelle mense. Non più il cartello generico unico.


OggettoDopo settimane di vivaci polemiche sulle modalità di applicazione del regolamento UE 1169/2011 per ciò che attiene all’indicazione degli allergeni al ristorante, il Ministero della salute nella circolare 6.2.15 spiega quali modalità debbano venire seguite per informare i consumatori. Il chiarimento riguarda gli alimenti venduti sfusi e preincartati, quelli somministrati nei pubblici esercizi, nelle mense ospedaliere aziendali e scolastiche, negli esercizi di catering. Focalizzando l’attenzione sul dovere di indicare la presenza di determinati ingredienti allergenici tra cui chiaramente anche il glutine su ciascuno dei prodotti offerti in vendita o somministrati.
Sulla base di quanto riportato nella circolare è ormai da ritenere definitivamente fuori legge il cartello unico degli ingredienti, perché si tratta di un’indicazione generalizzata e perciò non idonea a esprimere la pericolosità di ciascun alimento per i consumatori vulnerabili a talune sostanze. Le violazioni di tali obblighi possono venire già sanzionate, ai sensi dal d.lgs. 109/92 (articoli 16 e 18) . Il dovere di fornire informazioni specifiche sulla presenza di allergeni si estende anche a tutti gli alimenti somministrati in bar, ristoranti, mense aziendali, scolastiche e ospedaliere, oltreché nell’ambito del catering.
I Ministero della salute, nel riprendere il testo regolamentare, contempla l’ipotesi che l’informazione possa venire fornita su richiesta del consumatore. Si tratta di una modalità che a nostro avviso dovrebbe invece venire esclusa cancellata, in nome della privacy su dati sensibili. La circolare è irremovibile nel precisare che – quand’anche le informazioni vengano offerte su richiesta, come pure quando vengano fornite mediante altri strumenti (codici QR, App…) – l’operatore deve comunque poter mettere a disposizione del consumatore un registro degli ingredienti e degli allergeni presenti in ciascuno dei prodotti preparati.
È giunta l’ora per tutti gli operatori di prendere atto dell’incidenza endemica delle allergie alimentari e della celiachia, e di assumere le proprie responsabilità al pari dei loro fornitori. I ristoratori devono perciò sottoporre il personale a idonea formazione su rischi inerenti la sicurezza alimentare, con peculiare attenzione a quelli legati alla contaminazione da allergeni, e rivedere il fatidico manuale Haccp. Solo al termine di questi provvedimenti si potranno compilare i registri degli ingredienti, in modo da informare correttamente i consumatori.




martedì 17 febbraio 2015

Attenzione dicitura errata, prodotto a rischio..

                              LOTUS - BISCOFF BISCOTTI ORIGINALI CARAMELLATI
                                        azienda distributrice: EUROFOOD SPA

Segnaliamo la presenza in commercio del prodotto “Lotus - Biscoff Biscotti originali caramellati”, distribuiti dall'azienda Eurofood Spa, contenente tra gli ingredienti farina di frumento e riportante erroneamente in etichetta la dicitura “senza glutine”.
Il prodotto NON è idoneo ai celiaci.

Invitiamo tutti i celiaci che avessero acquistato il prodotto a non consumarlo.

lunedì 2 febbraio 2015

Celiachia a Rimini: Corso avanzato di cucina senza glutine in tre tapp...

Celiachia a Rimini: Corso avanzato di cucina senza glutine in tre tapp...: “ Per il solo gusto” Corso di cucina  senza glutine in tre tappe 15 - 22 feb e 1 marzo 2015 dalle 15.30 alle 19.00 Questo...

Corso avanzato di cucina senza glutine in tre tappe a Bellaria (RN)


“ Per il solo gusto”
Corso di cucina  senza glutine in tre tappe
15 - 22 feb e 1 marzo 2015

dalle 15.30 alle 19.00


Questo corso teorico pratico è stato pensato per dare un quadro completo della cucina glutine free: un vero e proprio viaggio nella panificazione senza glutine strutturato sia per chi è all’inizio della esperienza  della cucina priva di glutine, sia per chi ne ha già padronanza. Il programma segue un metodo dettato dalla esperienza di Matteo Giannotte da anni impegnato nella formazione di pizzaioli, di cuochi e specialisti di pasticceria e dessert. 
 Un tecnico della panificazione   spiegherà con il supporto di audiovisivi, la chimica e i principi fondamentali della panificazione, la scelta delle materie prime, la struttura del glutine e la chimica della lievitazione. 

Il programma vasto e completo si svilupperà in tre appuntamenti pomeridiani suddivisi per macro aree: 
la prima il 15 febbraio dedicata alla panificazione, pizza, pane e panini; 
la seconda il 22 febbraio alla pasta fresca, pasta ripiena, tagliatelle e altri mille segreti  e tecniche della pasta fatta in casa; 
il terzo e ultimo appuntamento del 1 Marzo sarà dedicato al dessert, alla pasticceria e alla ciambella. 
La serata si concluderà per tutti i partecipanti, e su prenotazione anche per i parenti e amici, con una cena:  tutti insieme mangeremo le specialità preparate nelle giornate dei corsi,  seguiranno musica, festeggiamenti e consegna dei diplomi di partecipazione. 
 Il costo totale del corso, comprensivo delle tre giornate e cena finale è di 120,00 euro a persona.



A scuola di cucina con 
Matteo Giannotte 


Prenotazione obbligatoria
Taverna da Bruno Ristorante Pizzeria
Via Panzini, 150
Bellaria-Igea Marina
RIMINI
0541 344556
3392739476


Documenti Utili