lunedì 14 gennaio 2013

Chef a domicilio


Monia Faedo: «Con la celiachia si può convivere benissimo» Ad un costo contenuto pasto completo e ricco di gusto
FORLÌ. Chef a domicilio, ma dal cucchiaio “senza glutine”. Monia Faedo, laureata in Scienze e tecnologie alimentari, ha 28 anni e fa la cuoca su richiesta con una particolarità: dall'antipasto al dolce i suoi piatti sono privi di glutine. «Voglio dimostrare che si può vivere bene anche con una diagnosi di celiachia, come la mia». E’ la prima a tentare una professione simile in Italia.«Mi chiamo Monia Faedo e sono celiaca - si presenta -. Sono dieci anni che convivo con questa diagnosi e da allora porto avanti una ricerca che è diventata, negli ultimi tempi, scopo di vita: trasferire agli altri ciò che so su ricette e sapori adatti ad un celiaco, e sulla miriade di possibilità che ha anche chi deve avere una dieta più controllata.  Obiettivo primario: combattere il senso di diversità. «E’ un sentimento forte soprattutto durante l’infanzia o subito dopo la diagnosi. A scuola, durante le festicciole, i bambini devono mangiare cose diverse dai loro compagni. Invece, questo non è del tutto vero. Con alcuni accorgimenti le mamme possono fare due teglie di chiacchiere ottime e senza glutine. E’ importante comunicare che si può vivere benissimo anche osservando una dieta rigorosamente deglutinata. Fra i cosiddetti “personal chef”, cuochi a domicilio, sarebbe la prima in Italia con la particolare formula “gluten free”. Ovviamente tutto con la massima sicurezza della non contaminazione da glutine. Mi porto io l’attrezzatura adatta da casa».  Il desiderio è di portare in tavola qualcosa di più che un semplice pasto. «La scoperta che si può mangiare meglio di quelle dieci cose che offrono sempre i ristoranti a chi è celiaco o il pane in busta della farmacia». La normalità che passa anche sotto il segno delle torte che Monia si diletta a preparare: pasta di zucchero con guarnizioni di fiori, cioccolato e un lungo elenco di altre leccornie.. Per contattarla si può utilizzare l’indirizzo di posta elettronica: moniafaedo@gmail.com.( Elisa Gianardi rif corriere.it)

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta liberamente ..

Documenti Utili