domenica 29 maggio 2011

Nuovo ingresso nel Network A.I.C.

Ristorante PIZZERIA

L'Angelo Azzurro


Indirizzo: S.S. Adriatica, 11
Tel/Fax: 0541.615341
Persona/e di riferimento: Mezzanotti Elena
Note: anche affittacamere

Il ristorante "L'angelo azzurro" propone piatti di carne e pesce e la specialità della Pizza al Metro
Aperti a pranzo dalle 12.00 alle15.00 e la sera dalle 18.30 all' 1.30

giovedì 26 maggio 2011

Clinica della celiachia in età pediatrica

La celiachia può mostrare in età pediatrica un ampio spettro di manifestazioni cliniche:
1. forma tipica: si manifesta di solito tra i 6 mesi di vita ed i 2 anni, dopo l‟introduzione di glutine nella dieta. Il bambino presenta tipicamente sintomi gastrointestinali da malassorbimento quali scarsa crescita, diarrea cronica, distensione addominale, astenia, ipotonia muscolare, inappetenza ed irritabilità. La “crisi celiaca”, caratterizzata da diarrea acquosa esplosiva, marcata distensione addominale, disidratazione, squilibri elettrolitici, ipotensione e letargia, si presenta più raramente.
2. forma atipica: compare in età scolare. Questi bambini presentano sintomi intestinali atipici, come dolori addominali ricorrenti, stipsi oppure manifestazioni extra-intestinali, come bassa statura, ritardo puberale, anemia sideropenica, alopecia, stomatite aftosa, osteoporosi, difetti dello smalto dentario, miocardite autoimmune, aumento delle transaminasi.
Un ampio range di disturbi neurologici e psichiatrici, quali l‟epilessia con calcificazioni occipitali, atassia, ipotonia, ritardo mentale, disturbi dell‟apprendimento, deficit di attenzione, emicrania, è stato descritto in associazione con la celiachia in età pediatrica.
La dermatite erpetiforme, una malattia vescicolare della pelle, ha un‟incidenza nei bambini intorno all‟1%.
3. forma silente: viene riscontrata in pazienti apparentemente sani identificati come celiaci perchè appartenenti a gruppi a rischio, come i parenti di primo grado di pazienti celiaci e pazienti con diabete di tipo I, o isolati dalla popolazione generale dopo programmi di screening di massa. Effettuando, tuttavia, una valutazione clinica più approfondita, molti di questi pazienti silenti riportano comunque un ridotto stato di benessere generale.
4. forma latente (o potenziale): si riferisce a quei soggetti che al momento della diagnosi presentano una mucosa intestinale normale,marcatori sierologici positivi e tipica predisposizione genetica. In questi casi è importante monitorare nel tempo tali soggetti, per poterli trattare prima che compaiano le complicanze legate alla malattia [7].
5. forma refrattaria : viene riscontrata quando il paziente non risponde alla terapia. Si considera primaria, se il paziente non risponde fin dall'inizio alla dieta iniziata dopo la diagnosi, secondaria, se dopo un periodo di risposta alla dieta senza glutine, il paziente diventa non più responsivo. Il punto critico è stabilire se il paziente è davvero celiaco o se esiste un altro problema, p.es. l‟introduzione inavvertita o involontaria del glutine, un‟intolleranza proteica, un‟insufficienza pancreatica o un linfoma

mercoledì 25 maggio 2011

Clinica della celiachia in età adulta


La celiachia in un soggetto adulto può esordire a qualsiasi età, anche oltre i 65 anni, e può presentare sintomi molto vari.
Si può sospettare in presenza di diarrea persistente da oltre tre settimane, spesso notturna, steatorrea, meteorismo, dolori addominali, calo ponderale, carenze vitaminiche e di oligoelementi che provocano crampi e/o dolori muscolari e ossei, tetania, edemi periferici. Spesso è identificabile un fattore scatenante (parto, viaggio all‟estero, intervento chirurgico, situazione di stress).
Circa un terzo dei soggetti celiaci adulti esordiscono in tal modo e di solito rispondono rapidamente ed efficacemente alla dieta priva di glutine.
Si può sospettare anche in presenza di sintomi più aspecifici, che durano nel tempo e non riconoscono una causa evidente, come la dispepsia e l‟intestino irritabile (disturbi gastroenterici), l‟anemia da carenza di ferro non rispondente a terapia orale, l‟anemia macrocitica, l‟ipertransaminasemia, l‟osteoporosi, la magrezza e/o l‟ipostaturismo, i disturbi neurologici, i problemi ostetrico-ginecologici quali il menarca tardivo o la menopausa precoce o gli aborti ripetuti (disturbi non-gastroenterici).
La risposta alla dieta senza glutine è mediamente soddisfacente anche se talora i disturbi non si risolvono completamente, pur essendosi negativizzata la sierologia specifica e mostrando l‟istologia un netto miglioramento dei villi intestinali.
La dermatite erpetiforme, considerata la celiachia della cute, è una patologia caratterizzata da lesioni simmetriche eritemato-papulose, localizzate sulle superfici degli arti, del capo, dei glutei, del dorso, estremamente pruriginose e rispondenti alla dieta priva di glutine. Per diagnosticarla è necessaria la biopsia cutanea.
Altre patologie associate alla celiachia sono il diabete di tipo I, le tiroiditi autoimmuni, il deficit di IgA, la sindrome di Down e di Turner, le patologie epatiche autoimmuni, l‟alopecia aerata, la psoriasi e la vitiligine, la malattia di Sjogren


lunedì 16 maggio 2011

Nuove modifiche a prodotti inseriti nel Prontuario ed. 2011 clicca qui

Vi comunichiamo che è stato pubblicato un nuovo aggiornamento della tabella integrazioni e modifiche al Prontuario ed. 2011 (agg.13/05)  per prodotti  ZUEGG / SAN CARLO / PATA.

mercoledì 11 maggio 2011

INTEGRAZIONI – ELIMINAZIONI – MODIFICHE – PRECISAZIONI PRONTUARIO ED. 2011 clicca qui

Vi comunichiamo che è stato pubblicato un nuovo aggiornamento della tabella integrazioni e modifiche al Prontuario ed. 2011 

lunedì 9 maggio 2011

IN FONDO E’ SOLO CIBO!


INCONTRO DI SOSTEGNO CON LA PSICOLOGA RIMINI 23 MAGGIO 2011 ORE 19,30 


SCUOLA e FAMIGLIA ASPETTI PSICOLOGICI, L'IMPORTANZA NELL'AFFRONTARE
LA QUOTIDIANITÀ' ED I LIMITI CHE LA CELIACHIA IMPONE
Con  la Dott.ssa Righi Gertrude - Psicologa e Psicoterapeuta

Obbiettivo dell'incontro è di fornire supporto e informazioni, utili ai genitori dei bambini/ragazzi preadolescenti ed adolescenti celiaci, riguardo all’aspetto emotivo-comportamentale.
Si tratteranno argomenti relativi a teorie e ricerche, strategie d’intervento, metodo ed esperienze.
Non perdetevi questa esperienza che definiamo straordinaria in tutti i sensi sia per le esperienze specifiche offerte dalla Dott.ressa Righi, che per la partecipazione attiva dei genitori.

PRESENTAZIONE : BREVE INTRODUZIONE SUL PROGETTO E LE ANTICIPAZIONI SULLE  NOVITÀ DELLA  CELIACHIA A RIMINI 
ORE 19.30: BUFFETT DI BENVENUTO OFFERTO DA
LABORATORIO ARTIGINALE SENZA GLUTINE “ALILAB" DI SAN MARINO

ORE  20.30: INCONTRO CON LA Dott.ssa Righi Gertrude, DIBATTITO APERTO.

LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA ED E’ APERTA A TUTTI
Per informazioni:
e-mail:  pellegrino.parente@gmail.com
Hotel Corallo – Viale Vespucci, 46 Tel. 0541 390732


martedì 3 maggio 2011

CORSO RISTORATORI AUSL/AIC CESENATICO (FC) 11 MAGGIO

CORSO AUSL/AIC CESENATICO (FC) 11 MAGGIO -
 MODALITA' DI ISCRIZIONE
Priorità: Alta
In Area DOWNLOAD il modulo i dettagli e  le modalità di iscrizione al corso AUSL/AIC che si terrà a Cesenatico l’11 Maggio 2011 dalle 9:00 alle 13:45.
Vi ricordo che il corso sarà valido ai fini dell’ingresso nel network AIC; visti i posti disponibili  invito i  locali interessati, a comunicare tempestivamente l'adesione compilando direttamente la scheda allegata e inviandola al numero di Fax. (0541/801868)  entro e non oltre venerdì 6 Maggio 2011.
TEMA: La preparazione dei pasti senza glutine

Mercoledì 11  Maggio 2011
Scuola di Ristorazione
dell’Emilia Romagna (IAL)
Viale Carducci, 225

Cesenatico

Tutti i Ristoranti /Pizzerie, Bar e Gelaterie con servizio Senza Glutine della provincia di Rimini

Tutti i Ristoranti Pizzerie, Bar  e Gelaterie con servizio Senza Glutine, chiaramente nel circuito A.I.C. della provincia di Rimini nella pagina "Ristoranti/Pizzerie..." aggiornato ad Agosto 2013

Hotel con servizio Senza Glutine della provincia di Rimini

Tutti gli Hotel con servizio Senza Glutine certificati da A.I.C. della provincia di Rimini nella Pagina "Hotel"

Documenti Utili