venerdì 23 dicembre 2011

Auguri di buon Natale a tutti voi !

 Un augurio semplice come semplici sono l'amore, la pace e la serenità!  Un affettuoso buon Natale a tutti voi! e un felicissimo anno nuovo. 
Pellegrino Parente

mercoledì 21 dicembre 2011

SERATA SPECIALE S.G DA Osteria Pizzeria da BIAGIO

ITALIA -SPAGNA ovvero LASAGNA Vs PAELLA
VENERDÌ 23 DIC/2011 ORE 19.30 SERATA SPECIALE S.G.
 Oltre alle normali proposte Burgher, Pizza, Crostini e Piada 
 Vieni ad assaggiare  le nuove proposte Senza Glutine 
Osteria Pizzeria da Biagio - Via Circonv. Meridionale, 28 - 47923 Rimini (RN)
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA SOLO TELEFONICA AL  0541.782403

lunedì 19 dicembre 2011

Aggiornamento al Prontuario 2011

Vi informiamo che abbiamo pubblicato un nuovo aggiornamento della tabella integrazioni e modifiche alProntuario ed. 2011 alla pagina http://www.celiachia.it/dieta/Dieta.aspx?SS=185&M=478

Entra in vigore il Regolamento 41-2009 CE sulle etichettataure.


Gentili Frequentatori del BLOG,

Vi ricordiamo che il Regolamento (CE) 41/2009 entrerà ufficialmente in vigore dal 1 gennaio 2012.

Da questa data, tutti i prodotti commercializzati in Unione Europa con la dicitura “senza glutine- gluten free” (e analoghe traduzioni) devono garantire il limite dei 20 ppm e possono quindi essere consumati con tranquillità dai celiaci.

Riportiamo di seguito il termine ufficiale nelle principali lingue europee:

Inglese: gluten-free
Finlandese: gluteeniton
Francese: sans gluten
Greco: χωρίς γλουτένη
Olandese: glutenvrij
Polacco: bezglutenowy
Portoghese: isento de glúten
Spagnolo exento de gluten
Svedese: glutenfri
Tedesco: glutenfrei


IN DOCUMENTI UTILI POTRETE SCARICARE IL REGOLAMENTO 41-2009 CE sulle etichettataure.

martedì 6 dicembre 2011

Corso di Cucina senza glutine

Barbara Grossi cuoca di Villa leri sta tenendo il corso sulla cucina senza glutine, 11 dicembre 2011 Montecolombo (RN)                                          clicca sull'immagine per ingrandirla
   Vi è piaciuto??  commentate liberamente

lunedì 28 novembre 2011

CORSO DI CUCINA SENZA GLUTINE

La Chef Barbara Grossi
presenta : De-gustiamoci
°°°11 Dicembre 2011°°°
LA CUCINA SENZA GLUTINE PICCOLI SEGRETI, TECNICHE E ALTRO
....

MENU’ DEL GIORNO
 Ore 9.30 Inizio corso di cucina
Ore 12.00 “Cosa bolle in pentola “
dibattito aperto sul mondo della
celiachia a Rimini progetti , news. idee.
Ore 13.00 Pranzo (su prenotazione).
...........
 Hotel Villa Leri ⃰  ⃰  ⃰  ⃰ si affaccia sulle rive di un piccolo lago,incorniciato dalle colline e dai vigneti di un antica regione storica: la Signoria dei Malatesta.   Immersa nel verde, avvolta in un atmosfera protetta e tranquilla, e contornata da giardini e da sentieri, itinerari ideali per piacevoli passeggiate e percorsi nella natura. Vieni a trascorrere una giornata in completo relax.  La CHEF Barbara GROSSI, facendo ponte tra l’antico ed il moderno, elabora tradizionali ricette a base di prodotti della nostra terra, rendendole più leggere nel contenuto e più eleganti nella presentazione.
La chef presenterà il suo programma culinario dedicato alla preparazione di piatti e specialità senza glutine, tecniche e “chicche”. Il corso è GRATUITO ed è aperto a tutti, si svolgerà con una lezione teorico-pratica, quindi potremo sperimentare direttamente le ricette e mettere le mani in pasta.
  Per le Mamme è d’obbligo lo scambio di ricette, inoltre sarà disponibile il servizio baby-sitting durante il corso di cucina.

 Per chi lo desiderasse al termine
del corso sarà possibile fermarsi
per il pranzo, ad un prezzo
speciale di €18,00 a persona.
Il menù chiaramente anche
senza glutine comprende
antipasto, primo, secondo,
contorno e assaggio di dolce.
Bevande incluse 1/2 d’acqua e
1/4 di vino bio



PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
TELEFONO 0541.985262 FAX 0541.985126 info@villaleri.it

Eventi di Dicembre

Carissimi.

Vi informiamo che il ristorante del network AIC
 “Al pesce azzurro”
 via Tenuta 53 Villa Verucchio (Rn), organizza per
 Sabato 3 dicembre una serata con musica dal vivo anni ‘70/’80, paella e sangria senza glutine a 20,00€
                             E’ necessaria la prenotazione entro giovedì 1 dicembre allo 0541/678237.





"Pizzeria dell' Angelo" San Marino
organizza una serata di degustazione prodotti senza glutine
 lunedì 05/12/2011 dalle ore 19,30 
biologici e per vegetariani, ad un costo di €. 15,00 a persona.
E' gradita prenotazione presso la pizz. al numero 0549/941292.
L' occasione per trascorrere una piacevole serata insieme.
Vi aspettiamo numerosi.

lunedì 14 novembre 2011

Corsi di formazione per il personale scolastico as 2011/2012

Corsi di formazione per tutti il personale scolastico
(Cuochi/ Insegnanti/ Collaboratori/Addetti alla distribuzione)

"PREPARAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI PASTI SENZA GLUTINE"
 Organizzato dalla U.O. Igiene Alimenti e Nutrizione del Dipartimento di Sanità Pubblica
 dell'AUSL di Rimini
in collaborazione con AIC (Associazione Italiana Celiachia)

 Che si svolgeranno a Rimini, presso la sede AUSL in via Coriano 38   -Sala Smeraldo-
nei giorni 5-13-14-15- DICEMBRE 2011 dalle 16.30 alle 18.30 

LA PARTECIPAZIONE È FORTEMENTE RACCOMANDATA A TUTTO IL PERSONALE CHE NON LO HA FREQUENTATO NEGLI ANNI PRECEDENTI, ANCHE SE NON CI SONO PASTI PER CELIACI NELLA PROPRIA STRUTTURA.


SCARICA DALLA SEZIONE "DOCUMENTI UTILI" L'INVITO AUSL
**** E INVITATE LE MAESTRE A PARTECIPARVI ****

Per info Le Dietiste sono contattabili ai numeri telefonici  0541 707233  - 707286 al fax 0541 707215 oppure via Mail  cbiavati@auslrn.net  -  acapolongo@auslrn.net

venerdì 11 novembre 2011

IMPORTANTI AGGIORNAMENTI AL PRONTUARIO

Carissimi,
riportiamo di seguito gli aggiornamenti al prontuario

AGGIORNAMENTI AL PRONTUARIO

Ultimo aggiornamento in data7/11/2011 per controllare la tabella: http://www.celiachia.it/public/PRONTUARIO/integrazioni_elim_mod.pdf

COMUNICAZIONE CARAMELLE HARIBO
In merito alle numerose domande pervenute all’AIC e a seguito di quanto diffuso tramite facebook sul caso Haribo, precisiamo che l’azienda ci ha confermato che, le caramelle, riportanti l’indicazione "senza glutine" in etichetta, sono conformi alle disposizioni del regolamento 41/2009 e viene garantita l’assenza di contaminazione crociata (glutine < 20 ppm).
Sul sito internet http://www.haribo.com/planet/it/info/index.php?page=consumer_info&sub=4 , per i prodotti che sono garantiti “senza glutine” e che riportano tale dicitura in etichetta, non viene riportato nessun riferimento ad un’eventuale pericolo di contaminazione

giovedì 10 novembre 2011

Progetto “Celiachia” per ristoratori ed albergatori della provincia di Rimini

Progetto “Celiachia” per ristoratori ed albergatori della provincia di Rimini


Per la formazione e l’aggiornamento professionale sulla celiachia e sull’alimentazione senza glutine che ha tra le peculiarità proprio la capillare diffusione di corsi su tutto il territorio regionale.
La celiachia è un’intolleranza al glutine (sostanza proteica presente in molti cereali, fra cui il frumento, base di piatti tipici della cucina mediterranea) che dura per tutta la vita. L’unica terapia è una dieta priva di glutine, che consente alle persone celiache di riacquistare uno stato di salute comparabile a quello della popolazione generale.  Nella Provincia di Rimini su migliaia di  esercizi che svolgono attività di ristorazione pubblica soltanto 33 sono in possesso di una adeguata formazione per la preparazione e la somministrazione di alimenti per celiaci. Per cercare di colmare questa “scarsa offerta” l’AUSL di Rimini in collaborazione con la Associazione Italiana Celiachia Emilia-Romagna Onlus (AIC) e i Servizi di Igiene Alimenti  e Nutrizione ha avviato un progetto per la formazione e l’aggiornamento professionale rivolto ai ristoratori ed albergatori sulla celiachia e sull’alimentazione senza glutine, che ha tra le peculiarità proprio la capillare diffusione di corsi su tutto il territorio provinciale.  L’obiettivo del progetto è la conferma e l’ampliamento del diritto dei soggetti celiaci ad una normale vita sociale, in albergo ed al ristorante, attraverso l’aumento del numero di esercizi informati e preparati che possano offrire un servizio idoneo alle persone celiache, le cui esigenze alimentari orientano la scelta dei locali di ristorazione e degli alberghi di tutta la famiglia, del gruppo di amici e dei colleghi di lavoro. Il progetto è destinato agli operatori del settore della ristorazione e del settore alberghiero: ristoranti, alberghi, pizzerie, agriturismo, B&B, catering, bar.  L’intervento formativo, totalmente gratuito, permetterà l’acquisizione di metodi di lavoro e flussi informativi strutturati per migliorare, nell’ambito della propria attività di ristorazione, la sicurezza alimentare in relazione al rischio glutine.  Il Servizio Igiene alimenti e Nutrizione dell’AUSL, nell’ambito di questo progetto, organizza quattro corsi di formazione e si svolgeranno il 14 – 21 - 28 novembre 2011 dalle 14,30 alle 18,30 presso l’Istituto Alberghiero di Rimini (Viale regina Margherita, 4), mentre il 14 dicembre 2011 dalle 14,30 alle 18,30 presso l’Istituto Alberghiero di Riccione (Viale Piacenza, 35).  
Al termine del corso, valido come attività formativa specifica per gli operatori del settore, verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Sono invitati a partecipare al corso i titolari dell’attività o loro delegati (legali rappresentanti) insieme al cuoco, e/o al pizzaiolo e/o al barista nel caso in cui l’esercizio offra più di un servizio (es. pizzeria con ristorante e bar). Uno chef, esperto di cucina per  celiaci, illustrerà con esempi pratici le caratteristiche dei prodotti senza glutine e l’organizzazione nella cucina per la preparazione dei pasti, della pizza e delle pietanze senza glutine. 
Per le iscrizioni alla partecipazione del corso è possibile chiamare  al  393 7042440 o 
mandare una mail a aicrimini@alice.it

martedì 8 novembre 2011

Modifiche al Prontuario ed. 2011 08/11

Gentili Associazioni Regionali,

Vi informiamo che abbiamo pubblicato un nuovo aggiornamento della tabella integrazioni e modifiche al Prontuario ed. 2011del 08/11 alla pagina http://www.celiachia.it/dieta/Dieta.aspx?SS=185&M=478

Yogurt COOP

domenica 30 ottobre 2011

Halloween e celiachia: attenzione al “dolcetto



Dolcetto o scherzetto? Nella maggior parte dei casi si tratta di una domanda innocua. Diverso è il discorso se il bambino che va, come di tradizione a bussare alla porta per ottenere in regalo dolciumi è affetto da celiachia. Non tutti i dolciumi presenti in commercio, anche sotto forma di gustose palline di zucchero, sono libere dal glutine.
Spesso e volentieri, questa proteina ed i suoi derivati sono utilizzati come addensante in diversi prodotti che con la farina non hanno nulla a che fare. Un esempio: il dado per cucinare, la cioccolata: alimenti che non si associano al grano ma che non sempre sono gluten-free come erroneamente si pensa. E va da se che se un adulto è in grado di trattenere in buona parte le proprie voglie alimentari, difficilmente saprà farlo un bambino piccolo che nella ricerca del “dolcetto” vede tutta l’essenza della festa di Halloween.
Non bisogna pensare però erroneamente che a meno che non appaia l’icona relativa, ogni alimento sia off-limits. Molte case produttrici di prodotti alimentari infatti non utilizzano il glutine ed i suoi derivati per preparare e confezionare le proprie produzioni. Consultate il prontuario dell’AIC, Associazione Italiana Celiachia: vi sono dei brand insospettabili che lavorano i propri prodotti senza utilizzate glutine o glutammato, dando modo al celiaco di godere di qualche privilegio alimentare.
Come controllare però che ciò che viene donato al bambino sia effettivamente “salutare” per lui? Se avete intenzione di portare il bambino affetto da celiachia presso persone da voi legate da amicizia, potete semplicemente avvertirle di acquistare per vostro figlio una marca innocua. Se al contrario, in pieno stile americano, decidete di consentirgli una richiesta “random”, è necessario che abbiate l’accortezza di selezionare dal suo cestino ciò che può o non può mangiare.
Buona festa di Halloween a tutti.
I volontari dell’AIC Provincia di Rimini

mercoledì 26 ottobre 2011

Chocotitano 2011 anche senza glutine


29/10/2011 - 30/10/2011 - Fiera
Stand, degustazioni guidate, esposizioni di quadri, laboratori di cioccolateria, spettacoli, concorsi a premi, animazione, giochi a tema.  E i nei Chocoristoranti, anche i palati più esigenti possono scoprire nuovi accostamenti e nuovi sapori grazie alle fantasiose ricette degli chef che propongono sfiziosi menu al cacao, dall’antipasto al dessert.


La nuova edizione di Chocotitano la golosa Fiera dedicata al così detto “cibo degli dei” si svolge il 29-30 ottobre 2011 a San Marino, l’antica Terra della Libertà. Ad accompagnare un'invitante esposizione di creazioni di cioccolato ci saranno giochi, mostre di speciali utensili da lavoro e spettacolari esibizioni di professionisti del cioccolato.anche senza glutine grazie al patrocinio  della Camera di Commercio della Repubblica di San Marino e alla partecipazione di ALILAB laboratorio artigianale specializzato nel Biologico e nel Senza Glutine.


Si possono ricevre maggiori informazioni sull’evento Chocotitano contattando la Camera di Commercio di San Marino: info@cc.sm / 0549.980380.

lunedì 24 ottobre 2011

REPLICA Vieni al "Biagio's Burgher"

Lunedì' 31 Ottobre si replica, evento special Senza Glutine
 Vieni  al "Biagio's Burgher"
serata a tema con due menu special price


Hot Dog,  Patatine  e bibita     E 8,00 
Hamburger, Patatine  e bibita   E 10,00
 D'OBBLIGO LA  PRENOTAZIONE 
Via Circonvallazione Meridionale, 28
47923 Rimini
0541 782 403

giovedì 20 ottobre 2011

REPLICA "Naturalmente Senza - Gluten Free Store" degustazione prodotti "AGLUTEN"


Gentili associati, SI REPLICA 

 Anche sabato 29 ottobre 2011 presso il negozio "Naturalmente Senza - Gluten Free Store" dalle ore 16,00 alle ore 19,00 si terrà una degustazione e informazione di prodotti Senza Glutine "AGLUTEN"

Ci saremo anche noi dell'Associazione Italiana Celiachia e saremo come sempre a Vs. disposizione per tutte le Vs. richieste.

Naturalmente Senza - Gluten Free Store
Centro Comm. "I Malatesta"
Via Emilia, 150 - 47921 Rimini RNTel. 0541742301 
Cordiali saluti
I Volontari di AIC ER Rimini

"TANTI MODI DI DIRE CARNE" La macelleria con tutti i prodotti Senza Glutine

"TANTI MODI DI DIRE CARNE " 
Maria Antonietta e Gaetano  non sono nuovi a queste iniziative dedicate al Senza Glutine , ricordiamo ancora  la favolosa festa a Torriana dove la qualità, la cortesia e la generosità hanno fatto da cornice alla loro  dedizione e  professionalità..
"TANTI MODI DI DIRE CARNE" ora fa un passo avanti, infatti tutti i loro prodotti sono Senza Glutine, cotolette panate, spiedini, salsicce e tanti altri prodotti semi lavorati da macelleria ,il tutto senza ritocchi al listino. 
               VENITE A PROVARLI !  Via Dei Martiri, 39  RIMINI tel.: 0541373685


CORSI AUSL/AIC Per la formazione e l’aggiornamento professionale sulla celiachia

l Servizio Igiene alimenti e Nutrizione dell’AUSL,e l’Associazione Italiana Celiachia nell’ambito di questo progetto, organizza quattro corsi di formazione e si svolgeranno il 14 – 21 - 28 novembre 2011 dalle 14,30 alle 18,30 presso l’Istituto Alberghiero di Rimini (Viale regina Margherita, 4), mentre il 14 dicembre 2011 dalle 14,30 alle 18,30 presso l’Istituto Alberghiero di Riccione (Viale Piacenza, 35).


 I corsi AUSL/AIC ristorazione sono GRATUITI ed  aperti a tutti gli operatori del settore, Ristoranti, Bar, Gastronomie, ecc.  hanno la durata di 4 ore circa e suddivisi in una parte teorica a cura del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’ Azienda USL  per la materia giuridico normativa e dalla dietista  dell’Associazione Italiana Celiachia A.I.C. per la materia Celiachia e formazione. Di seguito una parte pratica  a cura di un Chef o Cuoco Professionale del circuito  A.I C
 I corsi si svolgeranno   presso gli Istituti  Alberghieri ed  è previsto un test finale con  Attestato di frequenza nominativo valido 5 anni, rilasciato dal dirigente del AUSL, il corso è inoltre  valido  per L'Associazione Italiana Celiachia per un successivo l'ingresso nel network.




È chiaro che il corso ha l'intento di mettere le basi e spiegare soprattutto quali sono gli obblighi di legge e i rudimenti sulla celiachia, successivamente per chi fosse interessato l'AIC  effettuerà un'attività di verifica e approfondimento dei concetti presentati durante il Corso, ad opera dei Tutor AIC tramite incontri presso la struttura.


 INOLTRE AIC OFFRE GRATUITAMENTE ASSISTENZA FORMATIVA IN LOCO PER :


CONSEGNA PRONTUARIO AIC DEGLI ALIMENTI e individuazione dei prodotti idonei
STOCCAGGIO E  CONSERVAZIONE  
NORME PER EVITARE LA CONTAMINAZIONE
VALUTAZIONE MENÙ/COLAZIONE SENZA GLUTINE
ISTRUZIONI e FORMAZIONE DEL  PERSONALE DI SALA


E PER TUTTO IL  PERCORSO FORMATIVO CHE  PREVEDE VARI INCONTRI e si conclude con la sottoscrizione di un Protocollo d'Intesa fra AIC Regionale e struttura.


Alla sottoscrizione del Protocollo d'intesa, consegue l'inserimento del locale negli elenchi presenti nel sito dell'Associazione Nazionale AIC www.celiachia.it , sulla "Guida per l'Alimentazione Fuori Casa" edita quadrimestralmente ed inviata a tutti i soci , nel servizio telefonico 89.24.24 e  PDI Navigatori Satellitari ed altro.



LA PRENOTAZIONE AI CORSI È D'OBBLIGO CONSIDERATO IL NUMERO SEMPRE  ESIGUO  DI POSTI.
SEGNALATEVI INDICANDO NOME COGNOME ED INCARICO DELLE PERSONE CHE INTENDONO PARTECIPARE         
MANDATE UNA MAIL A              pellegrino.parente@gmail.com

venerdì 14 ottobre 2011

San Gaudenzo


Il 14 ottobre a Rimini si festeggia il patrono della città, San Gaudenzo. Quest’anno il grosso della festa si svolgerà al Borgo Sant’Andrea che, da sei anni a questa parte, concentra le celebrazioni del patrono.
La festa quest’anno è dedicata alle “Memorie del Borgo: dall’Unità d’Italia a Fellini” e il tutto è organizzato dall’associazione culturale “Quei de’ Borg”.
PURTROPPO NON SAREMO PRESENTI CON LO STAND SENZA GLUTINE

Aggiornamenti 14.10


 IN INGRESSO

Vi informiamo che le seguenti aziende hanno ottenuto la concessione d’uso del marchio Spiga Barrata per i seguenti prodotti:

Danone
Activia Fragola (6 x 125 g)
Activia 0,1% di grassi Kiwi (4 x 125 g)
Activia 0,1% di grassi Ananas (4 x 125 g)
Danaos gusto Fiordilatte (4 x 125 g)
Danaos Mirtillo (4 x 125 g)
Danaos Fragola (4 x 125 g)
Danaos Pesca (4 x 125 g)
Danaos Caffè (4 x 125 g)
Danaos Bianco (4 x 125 g)
Danaos Pesca, Mirtillo, Fragola, gusto Fiordilatte (8 x 125 g)

Nutrition & Santè Italia
linea Céréal
Madeleine Noire

Salumificio Piacenti
Fesa di Tacchino Nazionale Arrosto affettata
Porchetta Arrosto affettata
Prosciutto Arrosto affettato

IN USCITA

Vi informiamo che i seguenti prodotti sono in uscita di produzione ed è possibile trovarli sul mercato fino ad esaurimento scorte entro la data di scadenza indicata:

Probios
linea Rice & Rice
Cioko Gallette Bianco - Gallette di Riso con Puro Cioccolato Bianco da Agr. Bio. (in uscita di produzione: ultimo lotto 111213 scadenza  01/04/12)
Cioko Gallette Fondente - Gallette di Riso con Puro Cioccolato Fondente Extra da Agr. Bio. (in uscita di produzione: ultimo lotto: 111101 scadenza: 07/01/12)
Cioko Gallette Latte - Gallette di Riso con Puro Cioccolato al Latte da Agr. Bio. (in uscita di produzione: ultimo lotto 111001 scadenza  07/01/12)
Gallette di Riso senza sale da Agr. Bio. (in uscita di produzione: ultimo lotto 110234 scadenza 26/08/12)
Gallette di Riso con sale da Agr. Bio. (in uscita di produzione: ultimo lotto 110534 scadenza 26/08/12)
linea Viva Mais
Gallette di Mais da Agr. Bio. (in Registro come Gallette di Mais) (in uscita di produzione: ultimo lotto 110410 scadenza  11/03/12)


Riso Scotti
Preparato per Pane di Riso (precedentemente denominato Preparato per Pane e Pizza di Riso) - ultimo lotto L129D con scadenza 09.09.2012

mercoledì 12 ottobre 2011

Serata BIAGIO'S BURGHER

Venerdì 14 Ottobre  evento special S.G.
 Vieni  al "Biagio's Burgher"
serata a tema con due menu special price


Hot Dog,  Patatine  e bibita     E 8,00 
Hamburger, Patatine  e bibita   E 10,00
                           D'OBBLIGO LA  PRENOTAZIONE 
Via Circonvallazione Meridionale, 28
47923 Rimini
0541 782 403

lunedì 3 ottobre 2011

I prodotti freschi ALILAB direttamente da "Pizzeria da Biagio "

°°°°Dal  mese di Ottobre sarà possibile ordinare i prodotti freschi ALILAB tutti i martedì e mercoledì dalle 12.00 alle 22.00 presso la Pizzeria da Biagio   i prodotti  potranno poi essere ritirati il  venerdì in orario di pizzeria dalle 12.00 alle 23.00. Inoltre presso la la Pizzeria da Biagio saranno sempre presenti una linea di prodotti freschi, surgelati, anche monoporzione.

 Pizzeria da Biagio

Via Circonvallazione Meridionale, 28
47923 Rimini
0541 782 403
Indicazioni stradali 


Giornata di sensibilizzazione sulla Celiachia

Per il mese di Ottobre in tutte le provincie dell'Emilia Romagna si svolgeranno "Le giornate di sensibilizzazione sulla Celiachia". L'evento ha l'obiettivo di promuovere l'informazione sulla Celiachia attraverso l'offerta di ciclamini. Vi informiamo che purtroppo, per mancanza di volontari, non troverete i nostri stand a Rimini ma solo a Cattolica il 8 e il 9 presso il centro storico. 

giovedì 15 settembre 2011

Aggiornamento del prontuario 14/09/2011

Vi informiamo che abbiamo pubblicato un nuovo aggiornamento della tabella integrazioni e modifiche al Prontuario ed. 2011 alla paginahttp://www.celiachia.it/dieta/Dieta.aspx?SS=185&M=478

I locali che fanno parte del progetto Alimentazione Fuori Casa AIC.su ANDROID



Siamo lieti di annunciarvi che, grazie al lavoro dei volontari informatici che collaborano ad AIC Mobile, è oggi disponibile in versione beta per palmari Android (ma presto lo sarà anche per iPhone e per Windows mobile 7) la possibilità di trovare i locali che fanno parte del progetto Alimentazione Fuori Casa AIC.
Sfruttando il GPS sono segnalati i locali nelle vicinanze oppure, impostando una località, elenca quelli vicino al luogo segnalato, inoltre si integra con le maps google.

Tutte le informazioni per scaricare la nuova versione dal market Google e provarla sono riportate sulla pagina dedicata ad AIC Mobile:http://www.celiachia.it/dieta/Dieta.aspx?SS=185&M=500

Ricordiamo che AIC non cede né trasferisce ad altri siti internet o ad altre applicazioni (oltre a quelle elencate nella pagina dedicata ad AIC Mobile) il data-base dei prodotti in Prontuario o dei locali AFC, per cui non è responsabile dell’attendibilità e dell’aggiornamento di altri siti/applicazioni dedicati ai prodotti senza glutine del Prontuario AIC o ai locali AFC, di cui sconsigliamo l’utilizzo, dato che non risultano aggiornati né sotto il controllo dell’Associazione.


martedì 13 settembre 2011

Cosmesi CELIACHIA E BELLEZZA


Negli ultimi anni, anche nella cosmesi sono aumentati i prodotti che evidenziano una particolare attenzione nell'escludere sostanze che potrebbero causare allergie e dermatiti da contatto, come ad esempio il nickel. È possibile trovare in commercio anche linee di prodotti che si vantano di aver rinunciato a profumi, conservanti, coloranti e, più in generale, a sostanze chimiche sintetiche. Più recentemente, inoltre, nonostante manchino reali dati scientifici sull'ipotesi che sostanze cosmetiche topiche contenenti glutine possano creare problemi a pazienti celiaci, negli Stati Uniti sono nati cosmetici che si vantano di essere ''gluten free''. All'inizio, in considerazione del fatto che il rischio e' legato ad una possibile ingestione accidentale, si e' trattato di rossetti e matite per le labbra, successivamente, in una articolata operazione di marketing, questa caratterizzazione dei prodotti si e' rapidamente estesa anche ad altre referenze del make-up, della cosmesi e della tricologia: non ultimi shampoo e lacche per capelli. Secondo i Prof. Michael Picco e Joseph A. Murray della Mayo Clinic di Rochester, le irritazioni e le allergie da contatto provocate dai cosmetici non sono molto comuni e soprattutto va tenuto presente che il glutine non passa attraverso la cute e quindi per un paziente celiaco non può in nessun modo causare una crisi, a meno che venga ingerito. In teoria, quindi, la possibilità di scatenare una crisi potrebbe essere riferibile solamente ai prodotti per l'igiene dentale (dentifrici e colluttori) e non alle creme dermocosmetiche, ai bagni schiuma, alle ciprie o alle lozioni struccanti. Della stessa opinione è l'associazione Coeliac UK, la maggiore realtà britannica che rappresenta pazienti e familiari di celiaci e malati di dermatite erpetiforme, che mette in guardia nei riguardi di queste e altre informazioni allarmistiche (in internet si fa cenno alla colla presente sulle buste o dietro ai francobolli, ad esempio) in quanto, anche in caso di un'assunzione involontaria, la quantità di glutine sarebbe troppo bassa per scatenare un evento avverso. Una ulteriore conferma viene dalla Food & Drug Administration americana: Jeannine Ertter, A.S.C.P. Senior Public Affairs Specialist del Center for Food Safety and Applied Nutrition, ha recentemente affermato, in risposta ad una Associazione dei Consumatori, che i cosmetici non necessitano di esporre nella loro etichetta l'informazione relativa alla presenza di glutine, così come avviene, invece, dal primo gennaio 2008, nel caso degli alimenti. In Italia, il Prof. Riccardo Troncone del dipartimento di Pediatria dell'Università Federco II di Napoli, membro dell'Associazione Italiana Celiachia, ha più volte scritto che i prodotti per uso topico, contenenti glutine, non rappresentano un rischio per i pazienti celiaci. Questa tesi è stata confermata anche dal Dott. Stefano Martelossi, medico gastroenterologo dell‟Istituto dell‟Infanzia “Burlo Garofolo” di Trieste, durante l‟intervista che ci ha concesso. Dove nasce, quindi, l'allarme che lentamente si sta diffondendo in internet per l'uso di cosmetici non etichettati ''senza glutine''? Difficile rispondere, probabilmente si tratta di un tam tam che si autoalimenta e trova la sua origine in paure ingiustificabili, leggende metropolitane e poca conoscenza dei fenomeni che sottostanno alla celiachia, che e' sì una patologia cutanea legata all'assorbimento di questo alimento, ma trova la sua origine sempre a livello intestinale e mai nella cute.

lunedì 12 settembre 2011

CESENA “Per non perdere il filo”

AIC ER

SEDE DI Cesena

DATE E ORARI: 2 martedì al mese:
20 settembre 2011
27 settembre 2011
4 ottobre 2011
18 ottobre 2011
8 novembre 2011
22 novembre 2011



“Per non perdere il filo” è un ciclo di 6 incontri ideato per  riflettere sulle nostre esperienze dirette o indirette in fatto di celiachia, sia essa di diagnosi recente o lontana. Ma in particolar modo, per confrontarci con con specialisti delle

varie discipline, dal gastroenterologo alla dietista, dalla psicologa alla pediatra alla ginecologa,  in sequenza ravvicinata come non abbiamo mai avuto occasione di fare.
Per non perdere il filo, abbiamo detto, ma anche PER RIPRENDERE IL FILO quando sia stato trascurato o affidato ad una routine noiosa dimentica di rinnovarsi alla luce delle nuove  opportunità o segnata dalla trascuratezza con cui spesso siamo portati a trattare la nostra salute.


per info SEDE
Via Serraglio, 18 c/o Assiprov
Tel. 0547/28661

Orari indicativi apertura sede:
Giovedì dalle 20.30 alle 22.30

REFERENTI

Boschi Virginia vergicilly@alice.it

mercoledì 24 agosto 2011

Parliamo di Farine

Classificazione delle farine
Sotto potete vedere una rappresentazione grafica di un chicco di grano o, più precisamente, di una cariosside. La buccia esterna costituisce la crusca. Abbiamo poi il germe o embrione e infine l’endosperma, cioè la parte che, contenendo l’amido e le proteine che formano il glutine, più ci interessa. Nella produzione della farina il chicco viene privato del germe e dell’involucro esterno. L’endosperma viene poi rotto e macinato in fasi  successive per produrre una farina del tipo desiderato. Poiché la crusca è più ricca di minerali mentre l’endosperma, ricco di amido, ne contiene molti meno, la legge italiana ha deciso di classificare le farine in commercio in base al contenuto di minerali. O meglio, vengono classificate in base alle ceneri, cioè a quello che rimane dopo aver bruciato la farina (i minerali e i loro ossidi non bruciano). Più è basso il contenuto di ceneri, più la farina è stata prodotta con il solo endosperma, e più è bianca. La farina “integrale” avrà invece il massimo contenuto di ceneri perché tutto il chicco è stato utilizzato e sarà più scura. Nell’industria molitoria di parla di abburattamento, cioè della percentuale di farina estratta da un chicco. La “resa” insomma. L’analisi delle ceneri di una farina è quindi una misura dell’abburattamento ottenuto. La legge italiana classifica le farine di grano tenero nei tipi 00, 0, 1, 2 e integrale.
La farina di grano tenero è composta per la maggior parte da amido (64%-74%) e proteine (9%-15%), principalmente glutenina e gliadina. Queste, a contatto con l’acqua e per azione meccanica, si legano fra loro e formano un complesso proteico chiamato glutine, creando una specie di maglia elastica. Il glutine assorbe una volta e mezzo il suo peso in acqua, e durante la lievitazione trattiene l’anidride carbonica sviluppata dal lievito. La percentuale relativa di gliadine e glutenine determina le proprietà dell’impasto: le glutenine lo rendono tenace ed elastico mentre le gliadine lo rendono estensibile.
Verificare la qualità della farina e le sue proprietà nella fase di impasto, lievitazione e cottura non è una cosa semplice. A questo scopo nei molini vengono ormai effettuate tutta una serie di misure chimiche e fisiche per classificare al meglio le farine prodotte.

L’alveografo
L’Alveografo di Chopin, inventato nel 1921 da Marcel Chopin, fornisce un indice che viene ormai comunemente utilizzato da panificatori professionisti e, ultimamente, anche dagli amatori: W, spesso un po’ impropriamente chiamato forza della farina.
Nell’alveografo viene soffiata dell’aria nel centro di un disco di pasta di peso e idratazione standard per produrre una bolla, in modo da simulare l’effetto della lievitazione, e misurare la capacità dell’impasto di trattenere il gas. Sotto l’effetto della pressione dell’aria insufflata la bolla si espande sino a rompersi. Il risultato di questa prova è un Alveogramma, che riporta un grafico della pressione (P) in funzione dell’estensione (L) della bolla di impasto.
Dall’area sottesa alla curva si può calcolare l’energia totale spesa per rompere l’impasto. Questa energia viene indicata con W (è il simbolo del lavoro, per questo dicevo che è un po’ improprio chiamarla “forza”) e rappresenta un indice globale di comportamento della farina. Qui sotto vedete, in giallo e in blu, due alveogrammi tipici.
Il massimo della curva identifica P, che rappresenta la tenacità del glutine, mentre L rappresenta l’estensibilità: più è elevata e più l’impasto è estensibile.
Ai fini pratici questi due parametri vengono combinati, dividendoli tra loro, per calcolare l’indice P/L. Il valore di riferimento è di 0.5. Una farina per biscotti avrà un valore di W e di P/L bassi (ad esempio W=100 e P/L = 0.4) mentre una farina per prodotti lievitati avrà W e P/L alti (ad esempio W=350 e P/L=0.6). Un valore di P/L troppo alto indica una farina troppo resistente e poco estendibile, di difficile lavorazione. Al contrario, un P/L troppo basso indica una farina poco resistente e troppo estendibile
Farine con W tra 90 e 160 sono dette ‘farine deboli’. Hanno un basso contenuto proteico, solitamente 9%, e vengono  utilizzate per produrre biscotti secchi o gallette. Farine con W compreso tra 160 e 250 hanno una forza media. Sono usate ad esempio per il pane pugliese o quello francese, per impasti diretti o lievitazioni brevi, per pizze e focacce.

CONCLUDENDO
In generale più un prodotto richiede lievitazioni lunghe più serve una farina con un W elevato, in modo da trattenere meglio l’anidride carbonica prodotta nella fermentazione. Il glutine è in grado di assorbire acqua per una volta e mezza il suo peso, quindi più è forte la farina e più è alta la sua idratazione. Si passa da una idratazione inferiore al 50% per le farine da biscotti sino a valori superiori al 70% per farine forti.
Farine con un alto W vengono chiamate “farine di forza” perché oppongono una grande resistenza alla deformazione del glutine. Con W tra 250 e 310 si ottengono pani come biove o baguettes.  Valori di W tra 310 e 370 si usano per pani particolari o prodotti a lunga lievitazione come panettoni, brioches e croissant. Esistono anche farine con valori di W superiori a 400, denominate Manitoba perché originarie di quella regione del Canada. Vengono denominate Manitoba anche se il grano corrispondente è ormai coltivato anche in Europa. Hanno un alto contenuto proteico e vengono spesso utilizzate in miscela con farine più deboli per aumentarne la forza.
Purtroppo i valori di W di una farina, disponibili sui sacchi per uso professionale e sui siti web dei molini, non sono riportate nelle confezioni ad uso casalingo, e ci si deve accontentare del contenuto proteico: grossolanamente più proteine sono presenti più è forte la farina, a parità di tipo di farina (00, 0 etc…). La farina integrale contiene più proteine, provenienti dal germe e dalla crusca, tuttavia non sono tutte proteine che producono il glutine. È per questo che panificare con la farina integrale é più complicato.
Volendo preparare dei biscotti dobbiamo evitare che si formi il glutine, quindi dobbiamo usare delle farine deboli, a basso contenuto proteico e molto estensibili. Alcune preparazioni prevedono percentuali di proteine molto basse, attorno al 7%, ed è per questo che la farina (il cui contenuto proteico è come minimo il 9% per legge) viene miscelata a dell’amido e il prodotto venduto come “preparazione per torte e dolci”.
Per prodotti lievitati invece abbiamo bisogno di farine forti. Più é forte una farina e più è lunga la lievitazione, e ricordate che il volume finale del prodotto è correlato al contenuto proteico della farina.

Le farine senza glutine hanno un valore di W prossimo a 40/60 quindi chiaramente poco indicate per le lievitazioni ecco il perché, della difficoltà di lavorazione, ma è anche vero che risultano sicuramente più digeribili, la domanda è perché nelle pizzerie si usano farine idonee per panettoni(W280 e più) quindi con una consistente aggiunta di glutine, per fare la pizza? Forse perché si guadagna tempo? Di sicuro le pizze risultano, per forza di cose, molto meno digeribili.


Documenti Utili